fbpx Scroll to top
© 2019, Paola Toini Agency & Lab

Il canale Telegram è uno strumento super efficace, scopriamo sette ragioni per cui dovresti aprire subito il tuo canale

1. È gratis
E questo non è un aspetto da sottovalutare oggi perché la portata organica di un social network “classico” ormai è più bassa del 5% e quindi siamo praticamente obbligati ad investire in Ads. Su Telegram, se lavoriamo bene, ci assicuriamo una buona redemption praticamente gratis.

2. Portata organica pari al 100%
Ormai lo sanno anche i sassi, un post pubblicato su un social network (Facebook, LinkedIn, Instagram) sarà visto si e no dal 5% delle persone che ci seguono. Su Telegram, invece, il 100% degli iscritti al nostro canale riceverà la notifica del nostro messaggio e questo ci garantisce di arrivare a tutti. Ovviamente significa anche impegnarsi ad essere interessanti, ma questa è un’altra storia…

3. Aumenta il senso di Community
Community potrebbe essere la keyword del 2020 da un certo punto di vista (qui ho parlato dei trend del 2020). Fidelizzare la audience e riuscire a convertirla in clientela che acquista è un obiettivo che possiamo raggiungere, ad esempio, se lavoriamo bene con la nostra community. Telegram ci permette di interagire con il nostro pubblico di rifermento senza essere invadenti o pressanti, ergo, la audience ci segue più volentieri e aspetta i nostri contenuti.

4. Sei il King del tuo castello
Su Telegram sei sul Tuo canale e non ci sono regole estetiche che limitano la tua creatività oppure che ti obbligano a conformarti a qualcosa che non risuona con te. Visivamente sei su una chat e questo è un grande vantaggio in termini di visual perché le regole le fa tu, comandi tu!

5. Hai tutti gli strumenti che vuoi
Ormai Telegram ha integrato tutti gli strumenti che ti permettono di interagire con il pubblico, ti consente di pubblicare video, note vocali (figo eh?), sondaggi e link che non vengono limitati dall’algoritmo. Davvero un grande vantaggio per te e per gli iscritti al tuo canale perché la comunicazione tra Te e Loro è verticale, nessuno si mette nel mezzo. In questo senso si dice che Telegram è un canale proprietario, ovvero, ciò che viene pubblicato arriva al mittente senza filtri (=algoritmi di mezzo).

6. È un’alternativa REALE alla newsletter
La newsletter è tra gli strumenti di digital marketing che manda più in crisi le persone. Tutti riceviamo newsletter che sembrano un romanzo di Tolkien. Avvincente, sì. Intrigante, sì. Eppure anche irraggiungibile per la stragrande maggioranza dei brand e dei liberi professionisti che, non hanno la stessa abilità di scrittura di Tolkien. E allora cosa possiamo fare? Possiamo iniziare a sentirci “abbastanza” anche se la nostra newsletter viene corta e poi possiamo invitare il nostro pubblico ad iscriversi al nostro canale Telegram. Una delle migliori strategie è quella di creare un giorno alla settimana per la pubblicazione dei nostri contenuti (hai presente i miei link interessanti del sabato?) perché gli iscritti aspetteranno l’appuntamento consapevoli del fatto che sarà easy e leggibile.

7. Lo puoi gestire da desktop
Sì, lo so. Anche Whatsapp si può gestire da desktop, solo che è meno professionale, è uno strumento casalingo e tipico della comunicazione tra privati. È vero che esistono le liste broadcast che, tuttavia, non reggono il confronto con un canale Telegram curato. Scrivere da desktop, confessiamolo, è molto comodo e ci consente anche di scrivere il testo su Word e copia/incollarlo successivamente sul nostro canale.

• BONUS! Puoi programmare •
Eh si, un social network, un canale di comunicazione con una audience, acquista un valore aggiunto nel momento in cui diventa possibile programmare le pubblicazioni. Lo sappiamo tutti. E anche Telegram contempla questa opportunità che è applicabile anche da desktop e con due semplicissimi passaggi.
– entro nel mio canale
– digito il testo
– tengo premuto il tasto invio e… programmo data e ora di pubblicazione.
Guarda il mio tutorial qui 👇🏼👇🏼

Spero di essere stata esaustiva e di averti convinto ad aprire il tuo canale, se hai dubbi o hai bisogno di chiarimenti lascia un commento oppure scrivi una mail a paola@paolatoini.it sarò felice di risponderti.

Related posts

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X