Scroll to top
© 2019, Paola Toini Agency & Lab

Comunicazione digitale: ecco i trend del 2020

Partiamo da un presupposto, perché ci riguarda? O meglio, ci riguarda? La risposta è: “SI, ci riguarda” e il motivo è che conoscere è il primo passo per sentirsi liberi di scegliere. Ne avevo parlato anche in questo articolo.

Sapere come si modificherà il mondo della Comunicazione Digitale ci permette di scegliere se modificare il nostro piano di comunicazione oppure continuare con le stesse modalità o, ancora, scegliere di fare dei piccoli esperimenti e di verificare, dati alla mano, quali sono state le reazioni da parte del nostro pubblico.

Le anticipazioni riguardano 4 grandi tematiche: sito web, l’ADV, social network e influence marketing.

Sito web

Il sito è la casa online e per questa ragione è al primo posto in termini di importanza; il sito web segue dei trend in senso estetico e di funzionalità senza subire troppo gli umori della società, al contrario di ciò che accade, per esempio, per ai social network di cui parleremo dopo.

Quindi, cosa accadrà ai siti web? I siti web avranno la necessità di essere estremamente divertenti oppure estremamente funzionali, il top sarà avere entrambe le caratteristiche anche se potrebbe essere un risultato complesso da raggiungere. Si registra la noia assoluta e l’appiattimento dell’interesse da parte dell’utente per i cosiddetti “siti vetrina” e anche la presenza di un blog (ormai una necessità) non basta più a preservare l’attenzione per i classici 3 secondi, bisogna interessare il visitatore e farlo immergere nel nostro mondo.

Il sito deve parlare di noi e solo di noi. Suggerimento banale? No. Tre professionisti geolocalizzati vicini che hanno lo stesso template, le stesse grafiche e lo stesso mood non sono più accettabili.

Quindi, scegliamo la via del gioco, del colore, dell’animazione, del design puro se vogliamo puntare su un’esperienza che resti negli occhi del visitatore (la famosa user experience) che, attraverso la creatività del nostro sito, sarà accompagnato esattamente dove vuole andare. Eh si, il “capo gita” è il visitatore e non il brand, dunque è bene avere ben presente dove vuole andare e fargli trovare tutto ciò che cerca.

La seconda via è quella dei siti denominati “One-page” ovvero quei siti composti da un’unica pagina che visivamente risulta lunga e che contiene tutte le informazioni principali insieme ad una proposta specifica. Questa modalità introduce una terza novità in campo di siti web: il futuro potrebbe essere la landing page. Un sito one-page di base con enne landing page che fanno da satellite e che contengono le diverse proposte. Qual è il vantaggio di questa scelta? La possibilità di fare ADV sulle singole landing page e di arrivare velocemente al risultato: la vendita.

Come raggiungere la perfezione? Sito one-page ultra creativo con almeno due landing page satelliti dedicate a offerte e/o servizi da spingere con le campagne di ADV.

SBAM! Hai detto ADV? Yes, passiamo al secondo argomento.

Campagne

Per l’ADV (advertising/campagne/sponsorizzate) il discorso è molto breve: sempre più necessarie anche se NON fanno miracoli. Da questo punto di vista mi sento di essere categorica perché, anche se sento dire questa cosa da anni, oggi è realtà: il mercato è saturo e per emergere serve intercettare il proprio target, anzi, meglio, la nostra buyer persona di riferimento in una o più fasi del Funnel di Vendita.

Laddove con Funnel di Vendita intendiamo il percorso intrapreso da un potenziale cliente per acquistare un nostro prodotto o servizio. E come possiamo ottenere questo risultato? Conoscendo molto bene il nostro cliente e avviando delle campagne di advertising che siano sulla piattaforma Google o sui social network.

Ebbene si, ho detto social network. Procediamo!

Social Network

Ho già parlato su Instagram di Pinterest e di TikTok perché è proprio lì che si stanno rivolgendo gli sguardi dei pionieri dei social newtork.

Ebbene si, potrebbero essere la nuova frontiera del social media marketing. Io ho già fatto qualche esperimento con Pinterest e ho ottenuto qualche buon risultato mentre su TikTok ho ancora qualche dubbio legato sopratutto alla mia reale capacità di creare contenuti adeguati alla piattaforma.

Intanto due info importanti che possono essere di aiuto:
Pinterest –> utile per attività che ruotano intorno a questi temi: food, travel, fashion, creatività, arte, arredamento, sport e, in generale, possiamo dire che c’è stato un incremento degli iscritti e del tempo di permanenza sulla piattaforma del 66% mica male eh?

TikTok –> sai perché non puoi più ignorare il social network cinese più famoso al mondo? Perché è SEMPLICE e sta rivoluzionando il concetto di visualizzazione random dei contenuti. Non puoi ignorarlo perché, proprio come Snapchat ha fatto con Instagram, sta modificando le abitudini degli utenti.
Vuoi un consiglio? Scaricalo e fai un giro qua e là, potresti incappare in qualche contenuto davvero rilevante anche per te. Come dici? “Roba per ragazzini…” guarda qui:
Bruno Barbieri
Will Smith 
Canzone di Natale

E Linkedin? E YouTube? E i Podcast?
Ci sono ancora e ancora sono importantissimi ma il tema di oggi sono le anticipazioni 😉

Abbiamo finito vero? No hai ragione, manca un aggiornamento fondamentale in materia di Comunicazione digitale… l’influence marketing.

Influence Marketing

L’influence marketing è nella fase successiva a quella del consolidamento. Gli utenti hanno iniziato a comprendere che, di fatto, gli influencer vivono in uno spot pubblicitario perenne (possiamo discutere sul fatto che alcuni sponsorizzano solo prodotti in cui credono veramente ma, stringi stringi, questo è: pubblicità) tant’è che tra settembre e ottobre gli influencer stessi sono messi in gioco portando avanti delle campagne di sensibilizzazione per far comprendere la differenza tra i vari hashtag #adv #giftedby #sponsored

In questo senso, gli influencer hanno risentito anche dell’entrata nel gioco degli artisti: cantanti, attori e Vip dello spettacolo che hanno iniziato ad essere ingaggiati per la stessa tipologia di lavoro e che, in qualche modo, hanno portato via una fetta di mercato agli storici content creator.

E loro come hanno reagito? Hanno iniziato a lanciare i loro prodotti e a crearsi delle carriere parallele, alcuni proprio nel mondo dello spettacolo. Insomma, una contaminazione dei due mondi che era inevitabile e prevedibile, forse.

E quindi? Su chi possiamo puntare? Il mio suggerimento è di ingaggiare i micro influencer (dipende dai brand, ovviamente), i cosiddetti local influencer ad esempio, che godono di stima da parte dei loro followers; non solo, tornano in questo senso ad avere una seconda (meritatissima a mio parere) vita i blogger!

Un blogger ha coltivato la sua community a suon di articoli ben scritti, ha alimentato la sua passione (il tema del suo blog) ed è diventato un esperto; gli esempi a cui penso sono Chiara Maci (nata come foodblogger) oppure Claudio Pelizzeni aka @triptherapy (travelblogger) e ancora Chiara Cecilia Santamaria aka @machedavvero. Persone che hanno fatto di un interesse il loro lavoro, che godono di rispetto da parte di chi le segue e sono quindi da considerare indispensabili tra le collaborazioni che ingaggiano target di qualità.

La previsione relativa all’influence marketing dunque ci parla di nuove forme di collaborazione e di massima attenzione quando si tratta di selezionare le persone a cui destinare parte del nostro budget.

In conclusione, se parliamo di Comunicazione e di Promozione di un business, è necessario avere le idee chiare sugli obiettivi e ancora prima è indispensabile essere in grado di fotografare la situazione attuale. Fare chiarezza su ciò che abbiamo ci aiuta a comprendere cosa vogliamo e cosa possiamo ottenere sviluppando una campagna display su Google, oppure con una collaborazione insieme ad un blogger. Solo attraverso un’analisi basata sui dati e sulle nostre sensazioni possiamo creare un piano di Comunicazione ideale e attuabile che sia per il 2020 o per gli anni successivi.

Related posts

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X